AGGIORNAMENTO DELLA MODULISTICA 2018 PER LE PRATICHE SISMICHE IN LOMBARDIA

30/11/2018

A seguito dell'aggiornamento della modulistica di cui alla DGR 5001/2016 per la presentazione delle pratiche sismiche in Lombardia, secondo la Legge Regionale n. 33/2015, si pubblica di seguito la nuova versione dei moduli.

I nuovi moduli sono scaricabili cliccando sul link presente in fondo a questa pagina.

Come da comunicazione via email agli iscritti da parte dell'ordine degli ingegneri della provincia di Brescia, si segnala testualmente:

Sintesi delle principali modifiche apportate ai moduli da 1 a 12 approvati

  • Modulo 1 o 2. Nuova domanda “L’intervento è ritenuto di modesta rilevanza in zona ben conosciuta dal punto di vista geotecnico?” nella sezione “Aspetti geotecnici dell’intervento”.
  • Modificata la label "2 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E SINTETICA DEL INTERVENTO" in "2 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E SINTETICA DEL INTERVENTO o DI PARTI COMPIUTE DELLO STESSO".
  • Gestione multipla RELAZIONE ILLUSTRATIVA E SINTETICA DEL INTERVENTO.
  • Inserimento Firmatari dell'istanza.
  • Inserimento dichiarazione “L’intervento di sopraelevazione è conforme a quanto previsto nel comma 1 dell’art. 90 del D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii” solo per i casi in cui si è risposti SI a «Si tratta di un intervento di sopraelevazione di cui all'art. 90, comma 2, del D.P.R. 380/2001».
  • Modulo 5 Eliminate le voci "Costruttore delle opere edilizie in oggetto" e "Altro (specificare)".
  • Modulo 6 Inserita frase nell'introduzione "oggetto di deposito/istanza di autorizzazione/certificazione alla sopraelevazione".
  • Modificata la sezione successiva ad "Assevera" con un nuovo punto "la conformità dello stato dei luoghi a quello rappresentato nel progetto" e un nuovo sotto punto "all’Opera Comunale approvata con delibera Numero ____________ e data ________ ".
  • Modulo 7 Modificata la sezione successiva ad "Assevera" con un due nuovi punti: - "la conformità dello stato dei luoghi a quello rappresentato nel progetto"; - “Il rispetto delle eventuali prescrizioni contenute negli strumenti di pianificazione di bacino”.
  • Modulo 8 Eliminata la sezione “DICHIARA INOLTRE CHE (solo per edifici in muratura)” e le due opzioni che riguardano i lavori di sopraelevazione passati.
  • Modulo 9 Aggiornato il testo del punto B. · Integrata la voce "Dichiara inoltre" · Aggiornato testo privacy.
  • Modulo 10 Eliminato il punto F.
  • Modulo 11 Inserita una seconda opzione dopo il “DICHIARA” per i casi i cui “L’intervento è ritenuto di modesta rilevanza in zona ben conosciuta dal punto di vista geotecnico”.
  • Modulo 12: Punto 10: nuova campo "Risultati principali di altre eventuali analisi: " con campo di testo editabile e opzionale; · Aggiornato il titolo con l'aggiunta di "o di parti compiute dello stesso"; · Punto 2.1: adeguato a NTC 2018; · Punto 3.4: aggiornato il testo; · Punto "4. Terreno di fondazione" eliminato · Punto "8. Caratteristiche e proprietà dei materiali" sempre opzionale " .

D.d.u.o. 28 novembre 2018 - n. 17589 - Aggiornamento della modulistica approvata dalla d.g.r. 30 marzo 2016 - n. X/5001 «Approvazione delle linee di indirizzo e coordinamento per l’esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia sismica (artt. 3, comma 1, e 13, comma 1, della l.r. 33/2015)

Visti i moduli da n. 1 a n. 13 così come aggiornati e approvati dal gruppo di lavoro interdirezionale «Attuazione delle disposizioni in materia di opere o di costruzioni e relativa vigilanza in zone sismiche»:

• Modulo n. 1 - Istanza di autorizzazione sismica;

• Modulo n. 2 - Comunicazione di deposito sismico/istanza di certificazione alla sopraelevazione;

• Modulo n. 3 - Denuncia di costruzione in corso in zona di nuova classificazione sismica;

• Modulo n. 4 - Dichiarazione del progettista (coordinatore) delle strutture ai sensi dell’art. 12, comma 5, della l.r. 33/2015 e ss.mm.ii.;

• Modulo n. 5 - Procura speciale autografa per l’effettuazione in forma telematica delle procedure di cui alla l.r. 33/2015;

• Modulo n. 6 - Asseverazione di congruità e conformità del progetto strutturale;

• Modulo n. 7 - Asseverazione di congruità e conformità del progetto architettonico;

• Modulo n. 8 - Dichiarazione del progettista per interventi di sopraelevazione;

• Modulo n. 9 - Dichiarazione/asseverazione del geologo di congruità dei contenuti della relazione geologica ai requisiti richiesti dal paragrafo 6.2.1 N.T.C. 2018 e/o dalla d.g.r. 2616/2011;

• Modulo n. 10 - Dichiarazione/asseverazione dell’estensore della relazione geotecnica di congruità dei contenuti della relazione geotecnica ai requisiti richiesti dal paragrafo 6.2.2 N.T.C. 2018;

• Modulo n. 11 - Dichiarazione del progettista strutturale relativa agli aspetti geotecnici dell’intervento;

• Modulo n. 12 - Relazione illustrativa e scheda sintetica dell’intervento o di parti compiute dello stesso;

• Modulo n. 13 – Dichiarazione di fine lavori strutturali ai sensi dell’art. 12, comma 8, lett. b, della l.r. 33/2015;

Al seguente link: Modulistica 2018 è possibile scaricare gli allegati, così come modificati e utilizzabili a partire dal 1/12/2018, per la presentazione delle pratiche sismiche in formato esclusivamente telematico (vedi a questo link: Dal primo dicembre pratiche sismiche in Lombardia formato digitale).

Nota sul nuovo modulo 11

A seguito della pubblicazione del Dduo 28 novembre 2018, n. 17589, con le modifiche apportate alla modulistica (vedi al link: https://www.sismicainlombardia.it/news/nuova-modulistica-2018-per-le-pratiche-sismiche-in-lombardia), nel modulo 11 è stata introdotta un'opzione aggiuntiva: adesso è consentito esplicitamente far riferimento a preesistenti indagini e prove documentate.

A partire dalla compilazione del modulo 1 (e 2), rispondendo "sì" all'opzione che chiede se si tratta di "costruzioni o di interventi di modesta rilevanza..." (secondo il 6.2.2 NTC 2018) viene poi chiesto di compilare il modulo 11, dove si deve attivare la seconda opzione ("conoscenze pregresse documentate"), che consente di omettere la relazione geotecnica, e (sembrerebbe) anche di omettere quella geologica del 6.2.1, e quindi di dichiarare:

  • che l’intervento in oggetto, pur riguardando opere ai sensi del paragrafo 6.1.1 delle NTC 2018, è ritenuto di modesta rilevanza e ricade in zona ben conosciuta dal punto di vista geotecnico; pertanto la progettazione geotecnica, contenuta nella relazione di calcolo strutturale, è basata su conoscenze pregresse documentate (paragrafo 6.2.2 capoverso 6 delle NTC 2018), con i seguenti parametri geotecnici (compilare solo quelli pertinenti)...

Se così stanno le cose, forse è stata fatta una parte del passo necessario per la semplificazione delle opere di modesto rilievo a fini sismici (https://www.sismicainlombardia.it/approfondimenti/deposito-sismico-per-opere-minori-e-per-opere-speciali/opere-di-modesta-entità). Nella pratica, l'applicazione corretta da parte dell'organo di controllo comunale sarà difficilissima, se non controproducente, finché non sarà pubblicato un elenco di opere e interventi per i quali è possibile scegliere di applicare questa opzione. La speranza è che l'attribuzione della "modesta rilevanza" non sia lasciata ai singoli comuni...


Aggiornamento (17/05/2019)

Dal punto di vista procedurale, in assenza di precise disposizioni, al fine di individuare se, nel caso di opere di modesta rilevanza, sia possibile omettere la relazione geologica, è necessario non soltanto attivare la compilazione del modulo 11, ma anche seguire attentamente le richieste del sistema telematico.

Dal punto di vista sostanziale, vale quanto precisato dall'Ordine dei Geologi della Lombardia, nel comunicato in data 8 aprile 2019, che si riporta nelle immagini che seguono.